parallax background

Straforno, quando la rivincita delle periferie passa da una pizza

Cross Dinner, indovina chi viene a cena?
4 Marzo 2019
Ritorna “Chef Bizzarri”, il progetto di Birra del Borgo per una cultura italiana della birra
5 Marzo 2019
 

Da luoghi dimenticati a fonte di innovazione sociale e laboratorio di creatività: le periferie delle grandi città stanno vivendo una vera e propria rinascita.

Una tesi che viene avvalorata – anche a Roma – dal numero sempre maggiore di locali, pasticcerie e ristoranti che negli ultimi anni prendono vita proprio nelle principali periferie della Capitale.

Iniziamo da San Basilio dove Matteo Pavani, insieme alla sua famiglia, hanno aperto Straforno, punto di riferimento per gli amanti della pizza e della focaccia (di qualità) in zona.

Il locale, ai bordi della strada principale, si apre sconfinato all’interno: le alte vetrate dividono equamente gli spazi. Una scelta saggia intrapresa dai proprietari visto che, nel giro di poco e in maniera del tutto spontanea, Straforno è divenuta una pizzeria molto frequentata anche dalle famiglie.

Noi scegliamo la parte “meno frequentata” e cominciamo a sfogliare l’enorme menu.

Se la pizza – ovviamente – si presta ad essere il piatto principale, gli antipasti non sono da meno: c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Al netto delle “solite” patate fritte e dei “soliti” supplì, cerchiamo di diversificare ed iniziamo con gli sfilacci di pollo. Dai fast food ai chioschi di street food, a Roma sono ormai tantissimi i locali che propongo sfilacci in tutte le salse. Ma qui, da straforno, sono davvero croccantissimi e leggeri allo stesso tempo, l’ideale per iniziare la nostra cena e per stuzzicare il palato.

 

Continuiamo con le Pizzottelle Straforno: lasciamo un attimo Roma per approdare – con la mente - a Napoli proprio perché le pizzelle fritte sono uno dei più sfiziosi cibi da strada della città partenopea. In tavola arrivano tre varianti: alla parmigiana, all’amatriciana e alla crema di formaggio. I condimenti strabordanti e la frittura leggerissima, con questo piatto ci avviciniamo piano piano alla portata principale.

 

Prima, però, un ulteriore pit-stop: arriva lo Strafornozzo con ripieno di broccoletti e salsiccia. Lo hanno già paragonato al Trapizzino di Stefano Callegari ma, al netto dei soliti confronti e delle triviali imitazioni, secondo noi questo potrebbe essere una variante eccellente.

 

Arriviamo, finalmente, alle nostre pizze!

Ci spiegano subito che ci sono due varianti: le pizze cotte alla brace e le pizze ripiene (o focacce) dalla cottura classica. Entrambe tipologie, però, hanno una lievitazioni di 48 ore.

La pizza alla brace è una pizza cotta al forno a legna in teglia sopra la brace. Ci buttiamo su una delle Strarosse, come la chiamano loro: è una Bufalina, con pomodoro, pachino, mozzarella di bufala e basilico. Ci siamo! Siamo finalmente di fronte ad una pizza senza fronzoli, che trasuda un pomodoro fresco e dolcissimo e una mozzarella di bufala dal gusto deciso. Il cornicione è stretto e croccantissimo. Al piatto arriva la variante “a quarti”, ovvero un quarto di pizza talmente abbondante che non ci rimpiangere una pizza intera.

 

Per la focaccia, invece, non ci siamo risparmiati e abbiamo ordinato una Strapatatosa: mozzarella, patate saltate in padella con peperoncino, funghi porcini e pancetta arrotolata a crudo. Esagerata! Anche questa variante è molto croccante e col cornicione stretto per lasciare maggiore spazio al condimento ghiotto e succulento. Arriva in tutta la sua forma completa, una vera e propria sfida da affrontare. Noi però non ci facciamo spaventare ma ci godiamo il momento. Assolutamente da provare!

 

Del menu di Straforno colpisce molto un elemento: tutte le pizze (e non solo quelle) sono consigliate in abbinamento al proprio vino e non – come ci si aspetterebbe – alla solita birra, nonostante sia presente, comunque, un’ampia varietà di birre artigianali. Il perché di questa scelta è presto detto: Matteo Pavani – il proprietario – è diventato da poco sommelier e ci tiene particolarmente a trasmettere la cultura del vino nel suo locale.

Un abbinamento azzardato? Provare per credere.

STRAFORNO

Sede e recapiti

Via Del Casale Di San Basilio,19

00156 Roma

+39 06 4100667

+39 393 7231735

Orari e giorni d'apertura

Tutti i giorni - 10:00 - 00:30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti