parallax background

La Bottega Roma, la trattoria che mancava nel quartiere di Colli Aniene

Torna Birra del Borgo Day, dal 7 al 9 giungo a Borgorose (RI)
20 Maggio 2019
50 Kalò Pizzeria London di Ciro Salvo è la migliore pizzeria d’Europa
24 Maggio 2019
 

Continua il nostro viaggio nelle periferie romane: stavolta approdiamo a Colli Aniene, una delle zone più a est della Capitale.

Quello che si spinge verso i confini di Roma è una voglia, quasi spasmodica, di scoprire nuove realtà che prolificano anche in queste aree, molto spesso, immeritatamente dimenticate.

Non senza una meta, ci accorgiamo – quasi per caso tramite una ricerca sul web – che, in questa zona, potrebbe esserci un locale molto interessante: stiamo parlando del ristorante La Bottega, in via Battista Bardanzellu 27/29.

Il locale sorge sotto un grosso porticato; all’interno, in un ambiente minimal e ben curato, dallo stile industriale, spiccano ben in vista due elementi: l’altissima parete, piena zeppa di vini e distillati, e l’enorme bancone di color nero da cui si affaccia la cucina.

Accolti da un personale molto giovane e frizzante, ordiniamo subito le pizzottelle fritte (la tipica pizza fitta napoletana fatta con pinsa romana), entrambe con salsa di pomodoro tiepida e mozzarella di bufala campana DOP. Dai fast food ai chioschi di street food, a Roma sono ormai tantissimi i locali che propongo le pizzottelle fritte in tutte le salse. Ma qui, a La Bottega, sono davvero croccantissime e leggere allo stesso tempo, l’ideale per iniziare la nostra cena e per stuzzicare il palato. Tra l’altro, non che ce ne sia bisogno veramente perché il menu, vario e di chiara ispirazione romanesca, basterebbe da solo a far venire l’acquolina in bocca.

 

Affamati, si raggiungono alti livelli di avidità quando, proprio davanti ai nostri occhi, passano i piatti appena usciti dalla cucina.

Fumanti e dalle porzioni abbondanti, ecco che arrivano i nostri due primi: una Chitarra ajo ojo e peperoncino con bottarga su crema di broccolo romanesco e acciughe e un tagliolino con gamberoni, guanciale croccante, pomodorini confit e asparagi.

Nella chitarra ajo, ojo e peperoncino, la pasta scivola in bocca per farci scoprire angoli di gusto inaspettati. Qua e là arriva il sapore, forte e deciso, della bottarga insieme a quello più delicato della crema di broccolo, il tutto in un armonioso intreccio.

 

E poi arriva il tagliolino: qui la forchetta affonda delicatamente per raccogliere, in tutta la sua delicatezza, i gamberoni. In bocca, il guanciale croccante risveglia i sensi per ribadire la sua supremazia. Gli asparagi e i pomodorini addolciscono i due elementi principali.

 

Ecco che arrivano i due secondi.

Il primo è l’anatra cotta sottovuoto a bassa temperatura servita con riduzione di porto accompagnata da caponatina di verdure. La carne, tenerissima, affonda in una quantità infinita di sugo che rimane dalla cottura avvenuta sicuramente grazie ad un ottimo Porto. 3 o 4 fette di pane non bastano a raccoglierne tutta l'essenza.

 

Ecco poi arrivare i filetti di baccalà croccanti al panko serviti con maionese vegana al wasabi. Un ottimo baccalà riesce ad essere esaltato, e mai coperto, da un’ottima panatura. La maionese vegana al wasabi è perfetta per avvolgere, di volta in volta, il croccante al panko.

 

Da tornare per provare “l’amatriciana sbagliata” e le costine di maiale marinate servite con salsa barbecue.

Da migliorare: il servizio in sala e il sistema di aerazione.

LA BOTTEGA ROMA

CONTATTI

ROMA

viale Battista Bardanzellu 27/29 – 00155

Tel: 06 8901 5088

Orari:

Lun – Ven: 12:30 – 15:00 / 18:00 – 23:00

Sab – Dom: 12:30 – 15:00 / 18:00 – 02:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti