parallax background

Ortobio, in Sabina arriva il ristorante con l’orto dove mangiare e acquistare allo stesso tempo

Save The Date, il 3 aprile Ercoli Parioli e L’Oste della Bon’Ora insieme per una cena speciale
28 Marzo 2019
Molto ristorante, un nuovo punto di riferimento per il Brunch Veggie ai Parioli
29 Marzo 2019
 

Esistono dei luoghi che, pur essendo decantati dalle guide di mezzo mondo, non riesco a rimanere impressi nella mente e, soprattutto nel cuore di chi li visita. Ci sono, poi, quei posti che – pur essendo ignoti ai più – riescono a diventare dei veri e propri punti di riferimento.

Uno dei miei personali punti di riferimento si trova a Poggio Mirteto, in provincia di Rieti e a 60 km dalla capitale. Sto parlando di Ortobio, piccolo gioiello nel cuore della Sabina. Qui, dove il viandante non viene distratto da inutili orpelli ma viene travolto dal verde delle colline, si respira aria di quella remota genuinità che non lascia spazio a piatti troppo elaborati.

Lontano dal caos della città, lasciatevi andare al piacere di riscoprire gli antichi ritmi del paese. Da Ortobio, infatti, è necessario abbracciare i tempi della cucina: qui, ogni singola pietanza viene preparata al momento, senza precuocere né congelare niente.

La location è immersa in piena campagna, tra campi coltivati e – naturalmente – uliveti dai quali, in tutta la zona, si produce uno degli olii più conosciuti e apprezzati: l’olio Sabina DOP.

 

L'involucro del locale è da agriturismo, il cuore è raffinato, lo spirito è quello di una grande cucina e l’anima è quella di Alessandro e Cinzia, marito e moglie, che hanno deciso – un giorno – di abbandonare la grande città per dedicarsi, a tempo pieno, alla coltivazione di prodotti sani, dapprima per la propria famiglia e poi ampliandolo a tutti. Da qui nasce l’idea di aprire Ortobio, un luogo dove il menu cambia ogni settimana, dove la cucina è creativa ma sempre ispirata alla tradizione del luogo e dove si può, tra l’altro, fare anche la spesa, acquistando frutta e verdura di stagione.

Domenica scorsa, quando siamo andati, la bella giornata ci ha permesso di usufruire del portico esterno, dove è stato allestito un vero e proprio banchetto all'aperto sotto l'ombra della veranda, mentre ci accompagnava la vista spettacolare sul paese di Poggio Mirteto.

Per iniziare, consigliamo fin da subito l’antipasto di Ortobio. Un passaggio che non potete assolutamente mancare perché è un inno alla generosità. Qui, potrete assaggiare un’ampia offerta che propone il locale: dallo sformato di polenta con cicoria aglio, olio e peperoncino al bignè di broccolo Romanesco con crema di pecorino e pistacchi; per poi proseguire con una cialda di pane croccante con tuorlo di quaglia fritto, asparagi e crema di piselli e terminare con una roll di frittata di porro, verza e provolone piccante.

 

Terminato l’antipasto, riusciamo comunque a proseguire senza problemi perché le porzioni sono intelligentemente giuste. Anche perché abbiamo già adocchiato sia i primi che i secondi e non vogliamo farceli sfuggire. Come primo ordiniamo dei tortelli di Chianina fatti a mano con farina Senatore Cappelli Bio e le uova di oca (le loro). Vengono conditi con con una crema di piselli e pancetta croccante. Una volta in bocca, il tortello è una vera e propria esplosione. La pasta mantiene la giusta croccantezza per lasciare poi spazio al cuore di Chianina, vera protagonista.

 

Arrivano poi i tagliolini con farina Senatore Cappeli bio aglio olio e peperoncino, mollica di pane croccante e crema di broccoletti. I taglioni, avvolti dal condimento, scivolani in bocca per farci scoprire angoli di gusto inaspettati. Qua e là arriva il croccante della mollica e il morbido della crema di broccoletti, in un armonioso intreccio.

 

Ecco che arriva il secondo: il galletto marinato all'anice e fave di cacao, salsa di lamponi e pera. La carne rimane molto morbida e la marinatura si sposa molto bene con la salsa di lamponi e pera.

 

Potremmo continuare all’infinito, così, ad assaggiare ogni piatto. Ma è arrivato il momento del dolce. Decidiamo di assaggiare un nido di pasta Kataifi con crema chantilly alla ricotta e cioccolato di Modica. Si sa, quando si tratta di abbinamenti di crema e cioccolato, si va sempre sul sicuro. Un dolce elaborato nel suo aspetto quanto buono nella sua semplicità.

 

Non vi resta che venire a provare questa realtà in un territorio, quello della Sabina, che offre sempre più occasioni di provare un’ottima cucina ancora ad un ottimo rapporto qualità-prezzo

Orari di apertura

Venerdì cena:

dalle ore 20:00

Sabato pranzo e cena:

dalle ore 13:00 e dalle ore 20:00

Domenica a pranzo:

dalle ore 13:00

E' consigliata la prenotazione

Eventuali altre richieste per altri giorni e orari, si prega di telefonare!

Ristorante OrtoBio

Via Colle Iannone,1

Frazione San Luigi in Poggio Mirteto (RI)

Tel. 0765 24497 cell. 340 7915816 cell. 347 6161355

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti