parallax background

Coronavirus, Zomato costretta a licenziare il 13% dei lavoratori. Il CEO scrive una toccante lettera ai dipendenti

Costrini Italian Flavour, i sapori d’Abruzzo nella Capitale
15 Maggio 2020
Bosco riparte e presenta FRATTA, il primo Window Bar del Pigneto
18 Maggio 2020
 

È di poche ore fa la notizia che la crisi conseguente al COVID-19 ha colpito anche una delle più grandi piattaforme al mondo di ricerca e scoperta in ambito culinario nonché App per la consegna di cibo a domicilio.

Stiamo parlando di Zomato il cui CEO, Deepinder Goyal, ha appena dichiarato che la società licenzierà il 13% dei suoi impiegati – circa 600 dipendenti - , dal momento che Zomato mira a ridurre i costi operativi durante l'impatto economico di COVID-19.

"Molteplici aspetti della nostra attività sono cambiati radicalmente negli ultimi due mesi e molti di questi cambiamenti potrebbero essere permanenti – si legge nell’e-mail a dipendenti e che è stata resa pubblica sul blog di Zomato - Mentre continuiamo a costruire un Zomato più mirato, prevediamo di non avere lavoro a sufficienza per tutti i nostri dipendenti. Dobbiamo permettere di avere a tutti i nostri colleghi un ambiente di lavoro stimolante, ma non saremo in grado di offrirlo a circa il 13% della nostra forza lavoro in futuro", ha affermato Goyal.

L'e-mail di Goyal ai dipendenti fa dedurre quanto i tagli di lavoro in Zomato siano inevitabili data la situazione attuale, poiché si prevede che il numero di ristoranti diminuirà del 25-40% nei prossimi 6-12 mesi. Nonostante queste premesse, Zomato ha anche dato l'esempio per altre grandi aziende affermando che continuerà a supportare i suoi dipendenti che verranno licenziati con uno stipendio del 50% per i prossimi 6 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti