parallax background

A Oggiono, sul lago di Annone, apre Bianca

3 Dicembre 2019
In Via dei Condotti si è acceso il Natale con le luminarie natalizie dei personaggi di cartoon network e boomerang
27 Novembre 2019
224 pagine di amore per l’amaro, è in libreria l’ultimo lavoro firmato Matteo Zed
4 Dicembre 2019
 

Bianca nasce dalla voglia di valorizzare un territorio, a due passi dal Lago di Como, meraviglioso e ancora poco conosciuto.

Partendo da una struttura esistente, che per oltre 60 anni è stata il punto di riferimento gastronomico della zona, si è intervenuti con una radicale ristrutturazione che ha portato alla creazione di 10 camere, di cui 8 suites, denominate “Bianca Relais”, del ristorante “Bianca sul Lago” e il cafè lounge “Drop”. Per Bianca è impossibile parlare di un solo valore aggiunto perché gli elementi che lo contraddistinguono e lo rendono unico sono numerosi.

Come nasce Bianca?

Bianca nasce dall’iniziativa, imprenditoriale, ma non solo, della famiglia Spreafico. Dopo tanti viaggi intorno al mondo i componenti della famiglia hanno pensato di dare vita al luogo che avrebbero voluto trovare da ospiti: uno spazio accogliente, immerso nella natura, dove il cibo è indimenticabile e l’accoglienza inizia con un sorriso. Ma c’è anche una motivazione affettiva: il locale che si scelto di ristrutturare è stato dal 1952 al 2004 il ristorante “Cà Bianca” e qui gli Spreafico erano di casa perché per decenni lo hanno scelto per ritrovarsi, quasi quotidianamente, con gli amici. Bianca è una sorta di tributo a questo passato glorioso che per anni hanno vissuto e assaporato in prima persona.

 

Il format e la filosofia

Bianca è stato concepito partendo da un format di ospitalità che è fuori dagli schemi canonici: si tratta di una casa di lusso, più che un hotel, all’interno della quale agli ospiti viene proposta un’esperienza autentica e tailor-made. La cucina del Ristorante “Bianca sul Lago” è affidata allo chef Fabrizio Albini: la si potrebbe definire contemporanea, essenziale e golosa.

Lo chef Albini

 

La cucina

Dall’incontro tra lo chef Albini e la famiglia Spreafico è nata una forte intesa e un’idea chiara e delineata di cucina: contemporanea, essenziale e golosa. «L’unione di acqua, roccia, terra e legno danno vita a Bianca sul Lago - ha spiegato Albini - e questi elementi naturali trovano richiamo nella mia cucina che è ricordo, emozione e viaggio. Quello che ne deriva è gusto, stupore, memoria di qualcosa che deve ancora venire». Oltre alla carta è possibile lasciarsi guidare dal menu degustazione Fil Blanc, una sintesi della cucina di Albini, nel quale il filo conduttore è di natura cromatica.

Bianca

Via Dante Alighieri, 18

23848 Oggiono (LC)

www.biancarelais.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti