parallax background

Re Tartù, a Montefalco il regno per gli amanti del tartufo

Castelli Romani Food and Wine, gustosi talenti da scoprire al Vinòforum
12 Giugno 2019
Al via Vinòforum 2019: il programma del primo weekend – Roma, dal 14 al 23 giugno
14 Giugno 2019
 

Venendo da Spoleto, in direzione Perugia, c’è un piccolo paese noto per il Sagrantino e per il tartufo, naturalmente.

Stiamo parlando di Montefalco, nel cuore dell’Umbria: qui nascono diversi (tantissimi) ristoranti degni di nota e che non passano mai di moda perché si basano su una tradizione culinaria solida che non si piega alle tendenze del momento ma rimane ancorata alla storia del territorio dove risiede.

Uno di questi ristoranti che porta in alto il nome di Montefalco è Re Tartù. Salendo verso il paese, percorrendo una delle strade panoramiche più belle d’Italia perché affacciata sulle vigne umbre, si arriva all’entrata del borgo dove, percorrendo qualche metro più avanti, arriverete a destinazione.

Da qui in poi, sarete avvolti da profumi inebrianti di salumi e di formaggi, di pasta e di carne esaltati dal protagonista indiscusso del locale: il tartufo.

Dal tartufo nero invernale allo scorzone estivo, qui il tartufo si trova sempre e comunque. Garantito da una raccolta che viene eseguita, ovviamente, nei periodi consentiti. Niente salse al sapore di tartufo, quindi: qui si rispetta la stagionalità del prodotto primario.

Per iniziare, prendiamo il prosciutto al coltello e bruschette al tartufo.

Un taglio al coltello che ne esalta tutta la qualità. Il tartufo scivola sulla bruschetta calda e il sapore rimane in bocca a lungo.

 

Passiamo poi alla scamorza affumicata, funghi porcini arrosto e prosciutto, quest’ultimo rigorosamente tagliato al coltello. La forchetta scivola all’interno della scamorza ancora bollente. I funghi sono il finale perfetto. Il prosciutto è giustamente accompagnato (rigorosamente) da almeno 4/5 fette di pane.

 

Non contenti, proviamo anche il carpaccio di manzo marinato al tartufo. Un piatto tanto semplice quanto pregiato

 

Nella lista dei primi spuntano subito i nostri preferiti: gli strangozzi tirati a mano con tartufo nero pregiato e gli gnocchetti di patate al Sagrantino di Montefalco.

Gli strangozzi, piatto storico del locale, sono corposi in bocca: la pasta, realizzata solamente con acqua e farina, mantiene la giusta croccantezza per lasciare poi spazio al tartufo, vero protagonista.

 

Passiamo poi agli gnocchi al Sagrantino, ricetta umbra o più precisamente ricetta tipica della zona di Montefalco. Il Sagrantino di Montefalco è un vino pregiato prodotto nelle colline che circondano questa piccola e bellissima cittadina.

 

Tra i secondi, da non perdere il filetto di trota Fario al rosmarino e guanciale croccante e il filetto di maiale al Sagrantino.

Ottimi i dolci che vengono sempre realizzati con i prodotti del territorio: particolarissima, infatti, risulta la crema all’olio d’oliva evo e rosmarino. Da non perdere il tiramisù!

 

Re Tartù Montefalco

Indirizzo: Via Ringhiera Umbra 47, 06036 Montefalco (PG)

Telefono : 0742378263

Cellulare : 3406433423

Email: andreafunghi969@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti